Categoria: Slovacchia

Rievocazioni storiche e rievocatori in Repubblica ceca

Rievocazioni storiche e rievocatori in Repubblica ceca

Dal 01 al 03 settembre 2017 a Palmanova (UD) si è svolta la rievocazione storica A.D. 1615 PALMA ALLE ARMI.

Palmanova
Palmanova – www.palmanova.it

Per chi non avesse mai sentito parlare di questa cittadina, Palmanova è una città fortezza voluta e fondata dalla Serenissima nel 1593 come opera di difesa dagli Uscocchi, dagli Ottomani e dagli Asburgo. È caratterizzata da una forma di stella a nove punte che la rende pressoché unica nel suo genere in Italia. Se volete saperne di più su questa cittadina friulana, sul sito www.palmanova.it trovate tutte le informazioni sulla storia e sulle fortificazioni di Palmanova.

Palmanova inoltre è monumento nazionale dal 1960 e patrimonio mondiale dell’umanità dell’UNESCO dal 01 luglio 2017 all’interno del progetto “Le opere di difesa veneziane tra il 15esimo e il 17esimo secolo” insieme a Bergamo, Peschiera del Garda, Zara, Sebenico e Cattaro.

 

Palma alle armi
1615 Palma alle armi – ©Eleonora Tondon

A.D. 1615 Palma alle armi

Tornando alla rievocazione storica A.D. 1615 Palma alle armi, essa rievoca il periodo 1615 – 1617 ossia il periodo delle Guerre gradiscane. Sul sito del Gruppo storico di Palmanova trovate maggiori e più accurate informazioni sugli eventi che portarono a queste guerre e il coinvolgimento della Serenissima e di Palmanova.

La rievocazione storica richiama ogni anno migliaia di turisti, appassionati e curiosi da tutta Italia e rievocatori e gruppi storici italiani ed europei…

ma forse vi starete chiedendo:

Perché ne stai parlando?

La risposta è semplice! Sono nata e cresciuta a Palmanova e questo è uno degli appuntamenti da non perdere. Inoltre quest’anno la presenza di rievocatori e gruppi storici provenienti da Repubblica ceca e Slovacchia è stata particolarmente alta. È stato molto bello e allo stesso tempo straniante sentire voci e discorsi in ceco e slovacco per le contrade e i borghi della fortezza di Palma!

Ma quali gruppi storici cechi e slovacchi erano presenti a Palmanova?

Dalla Repubblica ceca erano presenti i gruppi:

mentre dalla Slovacchia:

Decisamente un bel numero considerate le dimensioni della Repubblica ceca e della Slovacchia e il rispettivo numero di abitanti!

La Repubblica ceca è terra di rievocatori e rievocazioni!

Nei territori che facevano parte della Corona ceca, durante l’Impero austro – ungarico e successivamente in Cecoslovacchia, si sono succedute moltissime guerre e battaglie. Questo è forse uno dei motivi che ha reso la rievocazione delle battaglie storiche una vera e propria passione per moltissimi cechi. Secondo il sito Historienezabije.cz (ovvero “la storia non uccide”), che sostiene le istanze di rievocatori e altri destinatari dell’implementazione di una direttiva europea sulla detenzione delle armi (Direttiva 91/477/CEE), i rievocatori in Repubblica ceca interessati da questa direttiva sono 11.350. A questi rievocatori dotati di armi per costume e combattimento poi, dobbiamo aggiungere coloro i quali ne sono sprovvisti… direi quindi che il numero di rievocatori cechi è davvero alto!

I gruppi storici cechi sono molto numerosi ma spiccano quelli che si dedicano alla ricostruzione e alla rievocazione di battaglie medievali e della Seconda Guerra mondiale.

Quali battaglie e guerre rievocano?

Rievocazioni storiche di battaglie, guerre e avvenimenti storici di ogni epoca e tipo si svolgono su tutto il territorio della Repubblica ceca e attirano turisti, appassionati e curiosi.

A livello storico e forse anche turistico, le battaglie più famose e con rievocazioni storiche più imponenti sono quelle della Battaglia di Austerlitz, svoltasi storicamente nella cittadina ceca di Slavkov u Brna, e della Battaglia di Bilá Hora ossia la Battaglia della Montagna Bianca.

La prima è certamente nota ai più, si svolse il 02 dicembre del 1805 e vide fronteggiarsi la Grande Armée francese dell’imperatore Napoleone Bonaparte e un’armata composta da russi e austriaci comandati dal generale russo Michail Illarionovič Kutuzov e dal generale austriaco Franz von Weyrother.

La Battaglia di Bilá Hora invece si svolse nel 1620 nei pressi di Praga e vide opporsi le forze cattoliche dell’Imperatore Ferdinando II e della lega cattolica e le truppe della Confederazione boema di Federico V del Palatinato. Essa costituì la prima importante sconfitta protestante nella Guerra dei Trent’anni e pose fine alla lotta per l’indipendenza e a quella per la libertà di culto.

Československá obec legionářská - Battaglie dell'Isonzo
Československá obec legionářská – Battaglie dell’Isonzo

 

 

La conformazione del terreno e la presenza di bunker (nella sola cittadina di Železná Ruda se ne contano più di 50 risalenti al periodo della Cortina di ferro) e trincee ovunque che si adattano a tutti i tipi di battaglie, porta gli appassionati cechi a rievocare anche battaglie e guerre che si sono svolte a centinaia di chilometri di distanza.

Ho scoperto infatti con stupore che vengono rievocate anche le battaglie sul Piave e dell’Isonzo.

 

Per gli interessati…

Per gli interessati ai gruppi storici cechi e slovacchi e alle rievocazioni storiche in Repubblica ceca e Slovacchia, il sito Reenactment.cz (https://www.reenactment.cz/) offre un database che include tutte queste informazioni.

 

 

Esposizione nazionale cinofila di Treviso – 10 settembre 2017

Esposizione nazionale cinofila di Treviso – 10 settembre 2017

In collaborazione con il Gruppo cinofilo trevigiano – ENCI, ho partecipato come interprete all’Esposizione nazionale cinofila svoltasi a Treviso il 10 settembre 2017. Ho presenziato al ring dedicato al gruppo 6 ovvero segugi e cani per pista di sangue in veste di interprete italiano <> slovacco per il giudice slovacco Ľudovít Pitoňák che ha giudicato Bassethound, Basset Fauve de Bretagne, Basset Griffon Vendeen, Bayerischer Gebirgsschweisshund (segugi bavaresi) e Hannoverischer Schweisshund (segugi hannoveriani).

Ho avuto anche l’occasione di collaborare alla stesura dei giudizi e di lavorare come interprete italiano <> inglese per il giudice belga François Graulus che ha giudicato due razze del gruppo 3 ovvero terrier alle quali non mi ero mai dedicata: Airedale terrier e Parson Russel terrier.

Ecco qui una piccola galleria fotografica della giornata che è stata caratterizzata quasi interamente da una fitta pioggia e da un clima più che autunnale 🙂

Galleria fotografica:

P.S.

Se volete saperne di più sui miei servizi dedicati al mondo della cinofilia, a questo link racconto cosa posso fare per voi.

Quali sono le razze canine slovacche?

Quali sono le razze canine slovacche?

Dopo aver dato uno sguardo alle razze canine ceche, diamo un'occhiata alle razze slovacche.

Slovenský čuvač

Il Pastore slovacco è un cane di grandi dimensioni, dotato delle caratteristiche dei cani da montagna. Inizialmente una razza cecoslovacca, ora è attribuita esclusivamente alla Slovacchia. Venne selezionato come cane da guardia della proprietà e pastore e conduttore di pecore. È un cane equilibrato e molto attivo. Stranamente è poco allevato in Slovacchia mentre è popolare in Repubblica ceca, Finlandia e Russia. 

È una razza del gruppo 1A.

Slovenský kopov

L'unica razza slovacca selezionata esclusivamente sul territorio nazionale. È un segugio particolarmente adatto alla caccia al cinghiale. Si tratta di un cane di taglia media e dalla costituzione leggera. È una razza nota sin dal XIV secolo in Moravia ma ottenne un vero e proprio riconoscimento solo successivamente al secondo conflitto mondiale. Ha un carattere vivace e uno spiccato senso dell'orientamento.

La razza appartiene al gruppo 7.

Slovenský ohař hrubosrstý (Bracco slovacco a pelo duro)

Si tratta di una razza piuttosto recente e riconosciuta dall'FCI solo nel 1983. Per la selezione della stessa sono stati utilizzati esemplari di Weimaraner, český fousek e cani da ferma tedeschi a pelo duro. Si tratta di una razza da ferma molto veloce e con particolare predilezione per l'acqua.

È molto ubbidiente e facile da addestrare. Nello standard il suo colore è definito come "grigio". Appartiene al gruppo 7.

Československý vlčiak (Cane da lupo cecoslovacco)

Come già detto in precedenza, nasce dall’incrocio tra un pastore tedesco e un lupo dei Carpazi. Dopo il 1993, ossia dopo la divisione della Cecoslovacchia in Repubblica ceca e Slovacchia, il patrocinio della razza è stato assunto dalla Slovacchia.

Appartiene al gruppo 1A.

Le mie fonti per questo post: ENCI http://www.enci.it/FCI http://fci.be/en/.

Vi parlerò delle mie passioni

Vi parlerò delle mie passioni

Le mie passioni… Si, è vero, col passare del tempo questo spazio sul sito è cambiato, si è evoluto e ha cercato la sua strada. Credo proprio che alla fine l’abbia trovata! Finalmente l’obiettivo è chiaro ed è lì a un passo. Basta solo partire, no?

Bene, perché ora questo spazio si intitola “Le mie passioni” ed è proprio di questo che vi parlerò.

Continuerò a raccontarvi cosa c’è di bello da vedere, da fare e da sperimentare in Repubblica ceca, dandovi soprattutto delle informazioni pratiche e condividendo esperienze personali. Poserò il mio sguardo anche sulla Slovacchia, andando alla scoperta di un Paese che ha molto da offrire.

Ma soprattutto inizierò a parlarvi anche di un’altra mia passione: i cani e il mondo della cinofilia.

Cercherò di farlo però senza perdere di vista la Repubblica ceca e la Slovacchia ma provando a creare un ponte tra le tematiche.

Chissà se ci riuscirò! Come dicevo prima, basta solo partire, no?

Alla fine di ogni post d’ora in avanti troverete anche uno spazio in cui lasciarmi un saluto, un commento, un vostro parere. Fatelo, mi raccomando!

Inoltre, se seguite il mio profilo su Twitter (@EleonoraTondon), ogni giorno troverete una news riguardante uno di questi argomenti. È sufficiente seguire l’hashtag #1newsalgiorno… e alle volte anche #piudi1newsalgiorno!

Siete pronti? Si parte!

©Eleonora Tondon