Le tradizioni natalizie ceche

 

L’08 dicembre, mentre come da tradizione preparavo l’albero e gli addobbi natalizi, riflettevo sul fatto che ho trascorso diversi periodi dell’anno in Repubblica ceca ma mai il Natale. Ed è davvero un peccato perché, nonostante la Repubblica ceca non sia un Paese dalla grande tradizione cattolica, il Natale è comunque caratterizzato da forti tradizioni.

Il periodo natalizio è preceduto dall’arrivo di San Niccolò – Svatý Mikuláš il 6 dicembre, accompagnato da un angelo e dal diavolo. San Niccolò e l’angelo distribuiscono i doni mentre il diavolo punisce i bambini cattivi.

Il culmine dei festeggiamenti natalizi è la Vigilia di Natale – Štědrý den. È il momento in cui viene addobbato e acceso l’albero di natale – Vánoční strom o Vánoční stromeček e sotto di esso vengono posizionati i regali che porta Gesù bambino – Ježíšek.

La tradizione natalizia vuole che le famiglie si ritrovino durante la vigilia di Natale per cenare insieme.

Durante la giornata si dovrebbe rimanere a digiuno e si promette ai bambini che se digiuneranno tutto il giorno, vedranno il maialino d’oro – zlaté prasátko. Questa è una tradizione che risale al Medioevo. Oggi si preferisce mangiare cibi non a base di carne come ad esempio la tradizionale staročeský kuba.

Quando in cielo è visibile la prima stella, ci si può sedere a tavola.

La cena della Vigilia di Natale

Il menù tradizionale comprende, oltre ai dolcetti preparati per l’occasione (a questo link trovate alcune ricette), l’immancabile carpa. Inizialmente questo piatto era un’esclusiva delle tavole dei benestanti ma a partire dal 20. secolo, è diventato l’ingrediente imprescindibile sulla tavola della vigilia di Natale, in modo particolare se fritta. Ogni volta che penso alle tradizioni natalizie ceche, mi viene in mente uno dei miei film cechi preferiti ossia Pelíšky e in particolare questa scena in cui la carpa della cena della vigilia viene tenuta nella vasca da bagno:

La cena della vigilia è anche l’occasione per far rivivere altre tradizioni natalizie come ad esempio preparare un posto in più a tavola qualora arrivasse un ospite inaspettato o nascondere una moneta sotto un piatto. Sotto i piatti vengono messe anche alcune squame di carpa che dovrebbero fungere da portafortuna e assicurare denaro sufficiente a chi le trova. Un’altra tradizione consiste nel fatto che solo la padrona di casa può allontanarsi da tavola mentre gli altri devono attendere che tutti abbiano finito di mangiare.

Sempre a tavola, con dei gusci di noce e delle candele, vengono realizzate delle barchette che vengono poi messe in acqua, in una bacinella. Il proprietario della barchetta la cui candela rimane accesa più a lungo, avrà una vita lunga e felice. Se la barchetta rimane a galla fino a raggiungere il margine della bacinella, il suo proprietario rimarrà tutto l’anno nel suo Paese. Se invece la barchetta naviga ma si mantiene al centro del contenitore, il proprietario andrà all’estero.

Le tradizioni quando non si è a tavola…

Naturalmente, tra le tradizioni natalizie non può mancare il presepe, in ceco Betlém o jesličky. Il primo presepe ceco venne realizzato dai gesuiti nel 1560 nella chiesa di Sv. Kliment a Praga. La curiosità è che non solo fu il primo presepe delle terre ceche, ma anche di tutta l’Europa centrale.

Un altro simbolo del Natale in Repubblica ceca è il vischio. La leggenda vuole che il vischio fosse un albero e che dal suo tronco fu ricavata la croce di Cristo. Da allora, per la vergogna, il vischio è diventato una semplice pianta e per riscattarsi dalla sua colpa nella passione di Gesù, porta bene a tutti coloro i quali passano sotto di esso. Attenzione però: il vischio porta fortuna solo a chi che lo riceve in dono!

Una tradizione natalizia che mi ha sempre incuriosita e che ritroviamo anch’essa in Pelíšky è quella della fusione del piombo. Si fonde un pezzetto di piombo su una fiamma e lo si fa colare in un contenitore con dell’acqua. La forma che assumerà il piombo avrà un significato nel futuro della persona interessata. Se ad esempio assume una forma che ricorda una stella, allora il futuro riserverà successo.

Pelíšky e le tradizioni natalizie ceche
Le tradizioni ceche – un’immagine tratta dal film Pelíšky

Tra le tradizioni natalizie che mi piace ricordare c’è anche quella del pollaio. Le ragazze single devono bussare con delle scarpe o ciabatte sulla porta del pollaio. Se si avvicina per prima la gallina, la ragazza rimarrà single. Se invece arriva il gallo, la ragazza convolerà presto a nozze.

Di certo ho dimenticato o non conosco la maggior parte delle tradizioni natalizie ceche. Se voi ne conoscete altre e vi va di condividerle, scrivete qui sotto nella parte riservata ai commenti!

Fonte: https://www.denik.cz/tradice-czk/vanoce-puvod-zvyky-a-tradice20081201-eh6o.html

2 thoughts on “Le tradizioni natalizie ceche

  1. Non bisogna dimenticare il lancio della scarpa. (Le ragazze le tirano dietro di sé con le spalle rivolte alla porta della casa. Se la punta cade in direzione della porta la ragazza si sposerà, in caso contrario rimarrà single.)
    E poi tagliamo le mele scoprendo così all’interno una stella o una croce – significato direi molto chiaro .

    1. Grazie mille, Martina! Conoscevo quella del taglio delle mele ma non quella del lancio della scarpa!
      Grazie per il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.